Social Share Counters

IL PROGETTO DI ENGIE “IMPARIAMO L’ENERGIA”

“Impariamo l’energia” è il programma didattico che ENGIE ha deciso di sviluppare per spiegare l’energia nelle scuole italiane, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e di Confindustria.

Si è parlato del progetto il 26 ottobre 2015 a Milano, al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, in occasione della gara tra le due scuole finaliste, alla presenza di Barbara Degani, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Ambiente, Tutela del Territorio e del Mare e di numerose altre istituzioni italiane e francesi.

Il progetto di ENGIE, uno tra i maggiori gruppi del settore energetico a livello mondiale, ha offerto un percorso didattico innovativo che si è prefissato come obiettivo finale di accrescere l’interesse degli studenti verso le scienze, il consumo consapevole, lo sviluppo sostenibile, la corretta alimentazione, tutte tematiche attuali e di fondamentale importanza per le giovani generazioni.

La formula dell’iniziativa “Impariamo l’energia” si basa quindi su tre ingredienti principali: il coinvolgimento degli insegnanti, un gruppo di esperti a sostegno del progetto stesso e gli strumenti digitali tanto utilizzati oggi dai ragazzi.

Il progetto di ENGIE si divide in due macro-sezioni:

1- il portale www.impariamolenergia.it
2- il concorso tra le scuole medie da tutta Italia

Il primo è uno strumento multidisciplinare e interattivo che racconta come l’energia è prodotta, trasportata, consumata e con quale impatto ambientale. Si serve di schede a supporto delle lezioni, schede di esercitazione, kit pedagogici, infografiche scaricabili, immagini e video illustrativi, giochi in funzione della fascia di età, notizie sull’orientamento scolastico e le professioni del futuro.

Il concorso per il 2015 poi è stato intitolato “L’energia degli chef” e ha avuto come tema le risorse energetiche e l’alimentazione. Gli studenti di tutte le scuole d’Italia hanno elaborato un menù ideale per avere il corretto apporto nutrizionale, utilizzando razionalmente e il cibo, evitando il più possibile gli sprechi.

I menù ideati dalle classi sono stati sottoposti al giudizio di esperti di ENGIE e di ABNI – Associazione Biologi Nutrizionisti Italiani che ne hanno valutato l’effettiva realizzabilità.

La giornata della finale, alla quale abbiamo avuto la fortuna di partecipare, è stata anche l’occasione di una grande festa e, ovviamente, dell’ultima sfida tra le due classi migliori, sotto l’occhio attento di Chef Rubio, che ha moderato l’evento, aiutando e spronando i ragazzi, con tutta la sua simpatia e il suo carisma.

Si sono sfidate la classe 2 I della scuola secondaria di primo grado “Giovanni Fattori” di Rosignano Marittima e la classe 2 A del Convitto Nazionale Pietro Longone di Milano. La giuria era formata da rappresentanti di ABNI, di Last Minute Market (spin-off dell’Università di finalizzata al recupero dei beni invenduti a favore di enti caritativi), della comunicazione e di ENGIE ed ha assaggiato è valutato tutti i piatti preparati dai quarantacinque studenti, mentre tra il pubblico genitori e professori sostenevano i loro ragazzi.

Dopo una gara molto impegnativa in cui gli studenti si sono cimentati preparando il loro menù sostenibile, dall’antipasto al dolce, la giuria ha decretato la vittoria della scuola di Rosignano Marittima, che si è aggiudicata un viaggio premio a Parigi, accompagnata dai loro insegnanti.

L’appuntamento è quindi per i prossimi mesi, con la seconda edizione del progetto, perché c’è l’obiettivo di rendere “Impariamo l’energia” il riferimento nei programmi didattici in materia di energia sostenibile e rinnovabile, per un mondo in cui queste siano tematiche da insegnare alle giovani menti.

(Photo Credit www.google.it)