Social Share Counters

Ho scoperto Guido Catalano, poeta e performer torinese, grazie ad alcuni amici che ne condividevano le poesie sui social network.

Ho iniziato così a leggere il suo blog e i suoi versi, devo ammetterlo, mi hanno del tutto rapita, affascinata. Ho pensato che forse dovevo sposarlo un poeta, perché credo che qualunque donna vorrebbe ispirare questo genere di poesie. Ammetto e me ne scuso (con mio marito), ma l’ho pensato.

Ho deciso poi di comprare il suo primo romanzo, “D’amore si muore ma io no”, sperando di non rimanerne delusa dopo tutti quei versi così meravigliosi, divertenti, stralunati e pieni di folle amore.

E no, in effetti delusione non pervenuta.
Il libro è divertente, ben scritto, brillante, scorre piacevole, si legge col sorriso sulle labbra (qualità che personalmente apprezzo moltissimo) e con qualche momento di vera commozione. E sì, al pari delle sue poesie, ti fa venir voglia di essere amata da un poeta contemporaneo e ispirare anche un romanzo, se capita, ecco.

Perciò non perdete l’occasione di scoprire Guido Catalano, le sue poesie e questo libro. È l’ultimo dei poeti che scrive romanzi e che fa venire voglia di baciare, innamorarsi, parlare da soli e bere Negroni.

“D’amore si muore ma io no” di Guido Catalano
Ed. Rizzoli, febbraio 2016