Social Share Counters

Due settimane fa abbiamo partecipato ad un corso sulla sicurezza dei bambini: si è parlato di manovre per la disostruzione, sicurezza in auto, in acqua, sicurezza a tavola e sonno sicuro (morte in culla o SIDS).

Quindi ci tenevamo prima di tutto a dire una cosa: questi corsi sono ormai molto diffusi, quindi, per piacere, partecipate. Informatevi. Divulgate. Portate con voi mariti, nonni, baby sitter….
Chiedete che a scuola chi si occupa dei vostri figli abbia fatto questo corso (dal 2015 c’è una legge che lo prevede). È importante. Si tratta essere in grado di salvare una vita.
Non mi dilungherò nello spiegarvi quanto ci è stato detto durante questo corso, ma voglio dirvi che è stato molto utile. Davvero molto utile e semplice.
Voglio però raccontarvi le due cose che mi sono rimaste più impresse:

  • Impariamo che il numero da fare in caso di emergenza è il 112, o meglio l’uno-uno-due; impariamo a pronunciarlo così. Perché così anche se dite a un bambino di cinque anni di prendere il telefono e fare l’uno-uno-due lui saprà farlo. Se invece gli dite ‘chiama il centododici’ probabilmente ci guarderà smarrito. Impariamo che l’educazione alla gestione delle emergenze è fondamentale fin da piccoli;
  • Con la corretta manovra per la disostruzione delle vie aeree si risolve il 98% delle emergenze; facendo la manovra correttamente avrete il 98% delle probabilità di salvare in bambino che sta soffocando. 98%. Ma avete solo 2 minuti per intervenire. Un’ambulanza arriva in media in 14 minuti. Quindi gli strumenti per salvare qualcuno che presenta un’ostruzione completa delle vie aeree sono in mano a chi gli sta intorno. A ognuno di noi.

L’importante di essere informati e preparati in una possibile situazione di emergenza permette di fare la differenza tra panico e paura. Sapere cosa fare e come farlo vi farà lo stesso paura, ma il panico non vi bloccherà. Avrete già provato la manovra su un manichino, vi avranno spiegato come comportarvi e in due minuti potreste salvare la vita a vostro figlio. Pensateci.

 

(Ringraziamo il personale del centro di formazione Salvagente Monza per la professionalità e per l’impegno di ogni giorno nel divulgare a tantissime persone le manovre salvavita di primo soccorso)